Manifestazioni - Sacrario Militare di Redipuglia

SACRARIO MILITARE DI
REDIPUGLIA
Vai ai contenuti

Manifestazioni


Il Sacrario di Redipuglia è anche teatro di commemorazioni e manifestazioni

Ogni 4 novembre al Sacrario di Redipuglia si svolge una cerimonia di commemorazione per tutti i soldati caduti durante la prima guerra mondiale.
La cerimonia si svolge alla presenza del presidente del Senato, in sostituzione del presidente della Repubblica impegnato in contemporanee celebrazioni all'Altare della Patria.
Il 2 giugno al Sacrario di Redipuglia si svolge la Festa della Repubblica.
La cerimonia si è svolta ogni anno dal 1948 a parte alcune interruzioni nel 1963 per le condizioni di papa Giovanni XXIII ormai morente e nel 1976 in seguito al terremoto del Friuli.  Dal 1992 al 1998 l'allora presidente Scalfaro sospese le manifestazioni ritenendole troppo costose, nel 2013 le manifestazioni si svolsero in maniera ridotta.
    
9 novembre 2015

Inaugurazione de "La piazza delle Pietre d'Italia" alla presenza del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, del Sottosegretario di Stato, Luca Lotti, e del Presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia, Debora Serracchiani.

Domenica 24 maggio 2015
Si è svolta la cerimonia di commemorazione dei Caduti di tutte le guerre in occasione del centenario dell’ingresso dell’Italia nella Grande Guerra.
La cerimonia ha chiuso il IV Raduno nazionale di Assoarma, il sodalizio che raccoglie tutte le associazioni d’arma.
In rappresentanza del Governo, ha partecipato il sottosegretario alla Difesa, Domenico Rossi, la presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia, Serracchiani, il vicepresidente Bolzonello, il prefetto di Gorizia, Vincenzo Zappalorto, il prefetto di Udine, Provvidenza Delfina Raimondo, il sindaco di Fogliano-Redipuglia, Antonio Calligaris e numerosi sindaci del Friuli-Venezia Giulia. Per Assoarma erano presenti il presidente nazionale, generale Mario Buscemi, e il presidente del comitato organizzatore del IV Raduno, generale Alberto Ficuciello. Erano inoltre presenti alla cerimonia rappresentanti della Croce nera austriaca e dell’Ungheria.

L’omaggio ai Caduti con la deposizione di una corona ai piedi della tomba del Duca d’Aosta è seguito allo schieramento dei gonfaloni, dei labari e dei medaglieri degli Enti locai e delle associazioni d’arma. Sono stati letti alcuni nomi dell’Albo d’oro e sono state consegnate le medaglie ai familiari, nipoti e pronipoti, dei Caduti. Infine aerei d’epoca della Prima Guerra Mondiale hanno sorvolato il Sacrario lasciando una scia tricolore.

6 luglio 2014
Messa da Requiem di Giuseppe Verdi
Concerto dedicato ai Caduti di tutte le guerre diretto dal maestro Riccardo Muti.
Il Maestro Muti ha diretto circa 400 artisti, tra Orchestra e Coro, provenienti da tutti i Paesi che hanno combattuto nel primo grande conflitto. Sul palco l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, la European Spirit of Youth Orchestra, il Coro del Friuli Venezia Giulia cui si sono uniti artisti del Coro del Teatro Verdi di Trieste e delle Accademie Musicali di Zagabria, Ljubljana, Budapest, sotto il coordinamento del maestro Cristiano Dell’Oste.
13 settembre 2014
Papa Francesco per i 100 anni della Prima Guerra Mondiale

Circa diecimila fedeli erano presenti alla messa di Papa Francesco dedicata ai centomila soldati italiani morti nella grande guerra. Il Papa ha concelebrato con i cardinali Christoph Schoeborn, arcivescovo di Vienna e Josip Bozanic, arcivescovo di Zagabria e con numerosi vescovi provenienti da Slovenia, Austria, Ungheria e Croazia e dalle diocesi del Friuli Venezia Giulia, con l’arcivescovo Santo Marcianò e gli altri ordinari militari e cappellani militari. 
Il coro era composto da 180 militari italiani, tra soldati e marinai.
Torna ai contenuti